Attività didattica per le scuole

Da 20 anni Progetto Museo realizza attività didattiche per le scuole nel Museo e Real Bosco di Capodimonte e in molti siti del Polo museale della Campania (Museo Duca di Martina in Villa Floridiana, Museo Diego Aragona Pignatelli Cortes, Certosa e Museo di San Martino, Castel Sant’Elmo e Museo del ‘900). A partire dal 2001, la sfera di azione di Progetto Museo si è progressivamente ampliata, includendo anche altri importanti musei e luoghi d’arte della città e proponendo un’offerta che oggi spazia dal Complesso museale del Purgatorio ad Arco al Museo Cappella Sansevero, dal Pio Monte della Misericordia a Casa Morra e al Museo Nitsch.
L’Associazione collabora inoltre con Le Nuvole Casa del Contemporaneo, con prestigiose Istituzioni come il Goethe – Institut Neapel e con realtà che da anni operano nel campo della promozione e valorizzazione del patrimonio culturale di Napoli come la Fondazione Napoli 99, avvalendosi, per i progetti gratuiti, del supporto del Comune di Napoli – Assessorato all’Istruzione e del sostegno di Amici di Capodimonte Onlus.
Ogni anno l’offerta si rinnova, perché gli esperti dell’Associazione sono storici dell’arte ma anche e soprattutto insegnanti. Ogni progetto didattico è quindi frutto di una lunga esperienza ed è strutturato perché la visita al Museo o alla città diventi parte della formazione culturale e personale di ogni ragazzo, costituendo non solo un momento per acquisire conoscenze e competenze, ma anche un modo per scoprire le proprie passioni e attitudini.

Scopri l’Offerta Didattica 2019/2020. Scarica il Catalogo Progetto Museo per la scuola a.s. 2019-2020 con tutte le proposte per scuole di ogni ordine e grado: non solo visite guidate, ma anche laboratori, visite a tema, visite gioco, itinerari guidati, progetti gratuiti, visite con spettacolo e corsi di aggiornamento per docenti e appassionati.

 

PROGETTI SPECIALI GRATUITI PER SCUOLE

 

CAPPELLA SANSEVERO

L’intruso
Conversazione tra le statue della Cappella

Proviamo a immaginare che alcune figure della Cappella Sansevero abbiano un’anima: cosa avrà pensato Giovan Francesco de Sangro, che godeva di silenzio e solitudine, quando viene collocato in Cappella il busto del riccioluto nonno Paolo? O quando l’austera Pudicizia si vede arrivare un leone incatenato? Per le statue della Cappella noi visitatori siamo tutti degli intrusi!!! Gli alunni, dopo la visita alla Cappella, riceveranno a scuola un kit con le sagome di alcune statue e, riordinandole in base alla data della loro collocazione in cappella, saranno chiamati a dare voce alle figure.
Le conversazioni diventeranno delle strisce a fumetti che, impaginate da un grafico, diventeranno 6 manifesti.

Il progetto è promosso e sostenuto da Museo Cappella Sansevero

OBIETTIVI DIDATTICI:
• conoscere la Cappella Sansevero e il suo committente
• conoscere la simbologia delle sculture
• stimolare l’osservazione e la scrittura creativa

ATTIVITÀ: VISITA GUIDATA + GIOCO/LABORATORIO
PER CHI: 6 CLASSI PRIMARIA (CLASSI III, IV E V)
DURATA: 2 INCONTRI (1 IN CAPPELLA + 1 A SCUOLA) DI H 1 CIASCUNO

 

COMPLESSO MUSEALE DI SANTA MARIA DELLA ANIME
DEL PURGATORIO AD ARCO

Passaggio di livello: itinerario nei tre mondi Inferno/Purgatorio/Paradiso

Inferno, Purgatorio e Paradiso sono i tre mondi danteschi. Il Purgatorio diviene il mondo nel quale ci sono anime con cui si può stabilire uno scambio reciproco. La visita al Complesso museale ha come tema centrale il Purgatorio, luogo di espiazione, riflessione e pentimento dove le anime dei morti divengono intermediari di preghiere e invocazioni, oggetto di un culto, nato nel ‘600, e ampiamente sostenuto dalla chiesa cattolica che identificava in esso un modo per raccogliere offerte ed elargizioni. Alle anime pezzentelle, anime anonime che tribolavano in Purgatorio, il popolo partenopeo si affidava nella speranza di un cambiamento, e ancor oggi è la speranza a sostenere molti uomini che affrontano sofferenze per cambiare e migliorare la propria vita. Durante il percorso tra le mura seicentesche del Complesso, le realtà del
passato offriranno importanti spunti di riflessione sulle realtà del presente.
Al termine della visita, nello spazio della sagrestia, le classi saranno chiamate a collocare nei tre mondi protagonisti, storie e situazioni attuali.

Il progetto è promosso e sostenuto da Complesso Museale di Santa Maria delle Anime del Purgatorio

OBIETTIVI DIDATTICI:
• analizzare un monumento come strumento di comprensione di fenomeni
artistici, antropologici e sociali
• approfondire il contesto storico e culturale della Napoli del ‘600, confrontando
le realtà del passato con quelle attuali

ATTIVITÀ: VISITA A TEMA + LABORATORIO
PER CHI: 6 CLASSI (DA MAX 30 ALUNNI) SECONDARIA DI I E II GRADO
DURATA: H 1.30

 

MUSEO DI CAPODIMONTE

Facciamo 100: un museo per tutti!
XII edizione

Grazie a Facciamo 100, anche quest’anno 100 classi di scuole dall’utenza disagiata avranno la possibilità di raggiungere e visitare gratuitamente il Museo e di confrontarsi nel gioco finale con dei coetanei con i quali condividere la scoperta di un mondo di bellezza troppo spesso loro negata. L’undicesima edizione prevede che le scuole partecipanti entrino in rete per la condivisione dell’esperienza e dei risultati.

Il progetto è promosso e sostenuto da Museo e Real Bosco di Capodimonte

OBIETTIVI DIDATTICI:
• conoscere la storia del Museo di Capodimonte e i suoi capolavori
• comprendere i molteplici spunti che può fornire un’opera d’arte
• entrare in relazione con alunni di altre classi giocando con i soggetti,
i materiali, le forme delle opere viste

ATTIVITÀ: VISITA GUIDATA + GIOCO
PER CHI: 100 CLASSI PRIMARIA / SECONDARIA DI I GRADO
QUANDO: NOVEMBRE 2019 – FEBBRAIO 2020
DURATA: H 2.00

 

PIO MONTE DELLA MISERICORDIA

Facciamo…8
L’ottava opera di Misericordia

Il progetto prevede tre incontri: la visita guidata al Pio Monte durante la quale i ragazzi avranno anche un momento di confronto con un membro del Governo del Pio Monte e/o dell’Isitituzione; un incontro a scuola finalizzato a far lavorare i ragazzi, con il supporto di un operatore didattico e di un esperto di comunicazione visiva, sulla scelta di una nuova, contemporanea, ottava Opera di Misericordia; un incontro finale nel quale, alla presenza di una piccola benevola commissione, gli alunni argomenteranno la loro scelta e presenteranno la loro proposta visiva per un’ottava Opera di Misericordia realizzata in collaborazione con un esperto di visual.

Il progetto è promosso e sostenuto da Pio Monte della Misericordia

OBIETTIVI DIDATTICI:
• conoscere il Pio Monte della Misericordia e i suoi scopi
• stabilire relazioni tra passato e presente
• stimolare la creatività e la conoscenza di programmi sulle immagini

ATTIVITÀ: VISITA + LABORATORIO + PRESENTAZIONE
PER CHI: 6 CLASSI SECONDARIA DI I GRADO
DURATA: 3 INCONTRI (2 AL PIO MONTE + 1 A SCUOLA) DA H 2 CIASCUNO

 

I commenti sono chiusi