L’opera prende … forma!

laboratorio

Museo di Capodimonte

L’opera prende…forma!, fasi del laboratorio

L’opera prende…forma!, fasi del laboratorio

I piccoli visitatori si avvicinano alle opere di arte contemporanea alla ricerca delle forme geometriche che sono alla base della loro composizione. E’ proprio con le forme incontrate e riconosciute durante la visita alla Sezione di arte contemporanea che, nella successiva fase laboratoriale, gli alunni realizzano una coloratissima composizione geometrica, mettendo insieme creatività e nozioni acquisite.

informazioni

per chi: 3 – 5 anni scuola dell’infanzia / 6 – 7 anni scuola primaria

durata h 2.00

costo: € 130,00 a gruppo (max 30 alunni)

Le scuole e i gruppi dovranno portare richiesta d’ingresso al museo su carta intestata con nominativi di tutti i partecipanti.

Si consiglia di indossare abiti e scarpe comode per possibilità di seduta a terra.

Il sito non ha guardaroba e deposito bagagli.

prenotazioni: musis ufficio scuola 848 800 288; dai cellulari, dall’estero e dai telefoni non abilitati 06 39967050 lunedì-venerdì 9.00-18.00; sabato 9.00-14.00

Tipologia dell’attività: visita guidata + laboratorio

Descrizione dell’attività: nelle sale della sezione d’arte contemporanea si invitano i bambini ad osservare le opere d’arte e ad analizzare le forme geometriche che le compongono: quadrato, rettangolo, cerchio, triangolo. In fase di laboratorio, ogni partecipante elabora una composizione su cartoncino con le forme geometriche di differente misura in cartone e stoffa colorata.

Opere analizzate:

Daniel Buren, Indizi – Opera in situ

Jannis Kounellis, Senza titolo

Alberto Burri, Grande Cretto Nero

Giulio Paolini, In ascolto (stanza dello spettatore)

Andy Warhol, Vesuvius

Descrizione della sezione del Museo interessata dalla visita: la visita si svolge nelle sale della sezione di arte contemporanea al secondo e al terzo piano del Museo di Capodimonte, una sezione piccola, ma estremamente significativa, inaugurata nel 1996, ma costituitasi nel tempo grazie agli incontri internazionali d’arte svoltisi a Capodimonte, tra gli anni Ottanta e Novanta. Nel 1978 Alberto Burri, dopo un’esposizione realizzata negli ambienti dedicati alla pittura naturalistica napoletana, aveva donato al museo il Grande Cretto Nero, gesto isolato, destinato però in breve tempo ad avere un seguito. Le opere di Warhol, Merz, Kounellis, Kosuth e poi quelle di Cucchi, Paladino, Alfano, Spalletti, Nitche, Pistoletto, Paolini, Kiefer e Kentridge, unitamente a quelle di artisti napoletani contemporanei, sono andate progressivamente ad accrescere la sezione. Questa storia è magnificamente documentata dalle fotografie di Mimmo Jodice.

L’opera prende…forma! Fasi del laboratorio

L’opera prende…forma!
Fasi del laboratorio

Strumenti didattici: forme geometriche di cartone e di stoffa, colla, cartoncini.

Obiettivi didattici:

  • stimolare l’osservazione;

  • acquisire nozioni di base sulla teoria dei colori (primari e complementari);

  • acquisire nozioni sulle forme geometriche semplici;

  • acquisire maggiori capacità di manipolazione;

  • sviluppare la creatività, le abilità e le competenze individuali.

Informazioni sul sito

Museo di Capodimonte, Via Miano, 2 – 80131 – Napoli

Apertura 8.30/19.30: ingresso consentito fino alle 18.30; chiuso il mercoledì.

Al momento della stesura della presente proposta, solo a titolo indicativo, il costo del biglietto d’ingresso (a persona) al Museo di Capodimonte è: intero € 7,50; ridotto: € 3,75; dopo le ore 14.00 il costo del biglietto intero è di € 6,50; gratuito: per i cittadini della Unione Europea sotto i 18 anni (portare un documento d’identità), docenti accompagnatori.

Ulteriori informazioni sul Museo Nazionale di Capodimonte e aggiornamento costi dei biglietti d’ingresso:

www.polomusealenapoli.beniculturali.it

per arrivare

Tangenziale uscita Capodimonte, seguire le indicazioni per il Museo.

I commenti sono chiusi