Faccia a faccia

laboratorio

Museo di Capodimonte

Faccia a faccia, una fase del laboratorio

Faccia a faccia, una fase del laboratorio

L’analisi del genere del ritratto e della sua evoluzione nei secoli, fatta attraverso i dipinti di Capodimonte, offrirà spunti e suggerimenti per un originale laboratorio finalizzato alla rielaborazione del ritratto fotografico dei singoli alunni, attraverso la tecnica del collage: un modo creativo per riflettere su di sé e restituire la propria immagine con umorismo.

 

informazioni

per chi: 8 – 10 anni scuola primaria

durata: h 3.00

costo: € 175,00 a gruppo (max 30 alunni)

Le scuole e i gruppi dovranno portare richiesta d’ingresso al museo su carta intestata con nominativi di tutti i partecipanti.

Si consiglia di indossare abiti e scarpe comode per possibilità di seduta a terra.

Il sito non ha guardaroba e deposito bagagli.

prenotazioni: musis ufficio scuola 848 800 288; dai cellulari, dall’estero e dai telefoni non abilitati 06 39967050 lunedì-venerdì 9.00-18.00; sabato 9.00-14.00

Tipologia dell’attività: visita guidata + laboratorio

Descrizione più ampia dell’attività: la visita è incentrata sul genere del ritratto e sulla sua evoluzione attraverso i secoli, partendo dall’analisi dei più famosi ritratti del Rinascimento fino ad arrivare a quelli del Settecento: dal celebre Ritratto di Paolo III e i nipoti di Tiziano al Ritratto del cardinale Farnese di Raffaello, dalla Danae di Tiziano all’Antea del Parmigianino, dal Ritratto di Carlo di Borbone di Antonio Sebastiani ai Ritratti di Carlo IV e Maria Luisa di Parma di Francisco Goya. Il percorso consente di conoscere i volti di importanti personaggi storici e di ricavare informazioni sugli usi e costumi dell’epoca.

Durante la fase laboratoriale, gli alunni rielaborano la propria immagine fotografica, scattata al principio della visita e stampata in bianco e nero su un foglio di formato A4, utilizzando la tecnica del collage composto con ritagli estrapolati da riviste.

Opere analizzate:

Tiziano Vecellio, Ritratto di Paolo III con i nipoti

Raffaello Sanzio, Ritratto del Cardinale Alessandro Farnese

Lorenzo Lotto, Ritratto di Bernardo de’ Rossi

Jacopo de Barbari, Ritratto di fra Luca Pacioli

Sebastiano del Piombo, Ritratto di Clemente VII

Maso da San Friano, Doppio ritratto maschile

Francesco Salviati, Autoritratto

El Greco, El soplón

El Greco, Ritratto di Giulio Clovio

Tiziano Vecellio, Danae

Parmigianino, Ritratto di Galeazzo San Vitale

Parmigianino, Antea

Agostino Carracci, Arrigo Peloso, Pietro Matto e Amon Nano

Antonio Sebastiani, Ritratto di Carlo di Borbone in abiti da cacciatore

Francisco Goya, Ritratti di Carlo IV e Maria Luisa di Parma

Francesco Liani, Ritratti equestri di Carlo di Borbone e Maria Amalia di Sassonia

François Gérard, Ritratti di Napoleone I imperatore e di Gioacchino Murat

Descrizione della sezione del Museo interessata dalla visita: il percorso di visita si articola nelle sale del primo piano del museo. Il percorso si apre con la sala dedicata ai protagonisti della famiglia Farnese, ritratti da Tiziano, e prosegue con i celeberrimi dipinti delle scuole pittoriche italiane e fiamminga della collezione Farnese, allestiti secondo una scansione cronologica e per centri culturali. I saloni monumentali dell’Appartamento Reale documentano la storia del Palazzo come prestigiosa residenza reale. Le opere esposte in queste sale – mobili, arazzi, porcellane e suppellettili rare – ripercorrono in maniera cronologica la storia della corte napoletana, dei suoi sovrani e delle dinastie che si sono succedute fino all’Unità d’Italia. 

Strumenti didattici: ritratti fotografici degli alunni, riviste, colla, forbici, colori.

Obiettivi didattici:

  • stimolare l’osservazione;

  • approfondire il genere artistico del ritratto dal Rinascimento al Settecento;

  • conoscere i principali protagonisti storici e artistici del periodo;

  • conoscere gli usi e costumi del periodo;

  • potenziare le capacità immaginative e creative, le abilità e le competenze individuali;

  • approfondire la conoscenza di se stessi;

  • sperimentare la tecnica del collage.

Informazioni sul sito

Museo di Capodimonte, Via Miano, 2 – 80131 – Napoli

Apertura 8.30/19.30: ingresso consentito fino alle 18.30; chiuso il mercoledì.

Al momento della stesura della presente proposta, solo a titolo indicativo, il costo del biglietto d’ingresso (a persona) al Museo di Capodimonte è: intero € 7,50; ridotto: € 3,75; dopo le ore 14.00 il costo del biglietto intero è di € 6,50; gratuito: per i cittadini della Unione Europea sotto i 18 anni (portare un documento d’identità), docenti accompagnatori.

Ulteriori informazioni sul Museo Nazionale di Capodimonte e aggiornamento costi dei biglietti d’ingresso:

www.polomusealenapoli.beniculturali.it

per arrivare

Tangenziale uscita Capodimonte, seguire le indicazioni per il Museo.

I commenti sono chiusi