Riparliamo di “buone maniere”!

Villa Pignatelli, la sala da pranzo

Villa Pignatelli, la sala da pranzo

VIVERE NEL RISPETTO DEGLI ALTRI E DI SE STESSI

progetto sperimentale a.s. 2014-2015

Musei Duca di Martina, Diego Aragona Pignatelli Cortes

Il Museo Duca di Martina nella Villa Floridiana e il Museo Diego Aragona Pignatelli Cortes diventano scenari per una vera e propria rappresentazione del saper vivere insieme agli altri. Visitare il Museo, analizzando le funzioni degli ambienti e di alcuni oggetti in esso contenuti, messi in relazione con i contesti storici e sociali di riferimento, è funzionale al successivo gioco di drammatizzazione durante il quale gli alunni, interpretando il ruolo di un personaggio loro assegnato, sperimentano l’arte del galateo e la forma delle “buone maniere”, legate ai luoghi e agli oggetti analizzati. La villa gentilizia e lo stile di vita di cui è stata cornice diventano lo strumento per sottolineare l’importanza del saper stare in mezzo agli altri e con gli altri, del muoversi rispettando i luoghi e i diversi contesti, di adottare modi e comportamenti che, lungi dall’essere pura forma datata e sorpassata, sono, invece, portatori di contenuti fortemente attuali. I docenti, compilando nel corso dell’attività una scheda fornita dal museo, avranno la possibilità di valutare abilità e competenze degli alunni in ambiente extra scolastico, quali l’abilità di ascolto e comprensione, la capacità di memorizzare immagini e orientarsi nello spazio e la competenza di applicare le conoscenze in un contesto e in una situazione richiesta.

informazioni:

per chi: secondaria di I grado / biennio secondaria II grado

durata: h 2.00

costo: visita guidata € 90,00 a gruppo (max 30 alunni);

autobus 53 pax (a richiesta) € 160,00 + IVA

Le scuole devono consegnare alla biglietteria del Museo richiesta d’ingresso su carta intestata con nominativi di tutti gli alunni e i docenti accompagnatori partecipanti.

Si consiglia di indossare abiti e scarpe comode per possibilità di seduta a terra.

Il sito non ha guardaroba e deposito bagagli.

Prenotazioni e informazioni: Progetto Museo, info@progettomuseo.com,

tel. 081 440438 (lunedì-venerdì 10.00 – 14.00), www.progettomuseo.com

Inviando una mail con i propri riferimenti telefonici, si viene ricontattati in tempi brevi da un operatore di Progetto Museo. Previo appuntamento, gli operatori sono disponibili a fornire chiarimenti e informazioni ai docenti interessati presso le loro scuole.

Tipologia dell’attività: visita guidata + laboratorio di drammatizzazione.

Descrizione dell’attività: il progetto sperimentale, che è possibile effettuare sia nel Museo Duca di Martina in Villa Floridiana sia nel Museo Diego Aragona Pignatelli Cortes, dà la possibilità di conoscere la storia e l’evoluzione delle buone maniere attraverso i secoli e di riflettere sulla necessità, più che mai attuale, di conoscere e saper applicare le regole del vivere civile nel rispetto di sé stessi, degli altri e dei luoghi.

Nella prima fase dell’incontro, gli alunni ricevono brevi cenni sulla Villa come residenza di corte (Floridiana) o aristocratica (Villa Pignatelli) e sui suoi originari proprietari, nobili e signori che vivevano secondo le regole delle “buone maniere” rendendo queste dimore gentilizie naturali scenari di uno stile di vita basato proprio sulle “buone maniere”. Si spiega, inoltre, il significato delle espressioni etichetta, bon ton, galateo, la sua origine ed evoluzione nel tempo e nello spazio, nonché la sua attuale valenza: i vantaggi e i benefici del vivere, oggi, secondo le regole delle “buone maniere”.

Nella seconda fase dell’incontro, gli alunni, guidati dall’operatore didattico, si soffermano sull’analisi di oggetti e ambienti opportunamente selezionati sulla base dei tre temi attorno ai quali ruota l’intero progetto: il rispetto di sé (igiene personale, abbigliamento e accessori personali), il rispetto degli altri (l’arte di comunicare, l’arte di ricevere e stare a tavola), il rispetto dei luoghi comuni (adozione di comportamenti consoni alla specificità del luogo, rispetto dell’ambiente, comportamento ecosostenibile). Durante il percorso stesso di visita, gli alunni vengono stimolati ad ‘attualizzare’, attraverso brevi drammatizzazioni, la regola e il comportamento emersi dalle spiegazioni dell’operatore relative a determinati oggetti e ambienti, in maniera da sottolineare efficacemente l’evoluzione che quella regola ha o non ha avuto nel tempo e la sua corretta applicazione nel nostro vivere quotidiano.

Nella terza ed ultima fase dell’incontro, ai ragazzi, divisi in tre gruppi, viene assegnata una scena di vita attuale, che ovviamente riguarda uno dei tre temi trattati durante la visita, da drammatizzare anche con l’ausilio di alcuni attrezzi di scena. Durante la rappresentazione di ciascun gruppo, della durata massima di cinque minuti, i docenti e gli altri compagni delle squadre avversarie potranno valutare le competenze degli alunni ‘in scena’ con l’ausilio della scheda di valutazione loro fornita.

Descrizione delle sezioni del Museo interessate dalla visita: nel Museo Duca di Martina nella Villa Floridiana, il percorso si svolge nelle sale del piano terra e del piano seminterrato. In particolare, al piano terra, vengono analizzati arredi, orologi, pettini di avorio, vetri di Murano, cristalli di Boemia, posate e vasellame da tavola in maiolica rinascimentale e barocca delle manifatture di Deruta, Urbino, Gubbio, Faenza e Castelli di Abruzzo, mentre, al primo seminterrato del Museo, si osserva vasellame da tavola di porcellana orientale.

Nel Museo Diego Aragona Pignatelli Cortes, la visita si svolge negli ambienti dell’appartamento al piano terra della Villa che testimoniano del ricercato gusto eclettico tipico della fine dell’Ottocento, quando fu venduta dai banchieri Rothschild, che a loro volta l’avevano acquistata da Ferdinando Acton nel 1841, al principe Diego Aragona Pignatelli Cortes. Il percorso si snoda attraverso i tre salottini centrali: quello azzurro, che introduce alla grande Sala da ballo, con alle pareti il ritratto fotografico della principessa Rosina da giovane; quello rosso, che conserva l’aspetto sontuoso conferitogli nel periodo Rothschild e mette in comunicazione il Vestibolo circolare dell’ingresso con la monumentale veranda neoclassica; quello verde, infine, che costituisce l’ambiente di raccordo tra la sfarzosa Biblioteca e la sobria Sala da pranzo, con l’esposizione della tavola imbandita con i piatti e le posaterie di casa Pignatelli.

Strumenti didattici: cartoncini, oggetti di scena.

Obiettivi didattici:

  • approfondire la storia delle “Buone maniere” e la loro evoluzione attraverso i secoli;

  • conoscere gli usi e costumi dell’aristocrazia del XVIII e XIX secolo;

  • comprendere il valore del rispetto di sé, degli altri, dell’ambiente;

  • comprendere il significato delle regole per la convivenza nella società e della necessità di rispettarle;

  • usare le conoscenze apprese per comprendere problemi di convivenza civile, interculturali ed ecologici;

  • stimolare la capacità di osservazione e di rielaborazione dei contenuti trasferiti;

  • stimolare la partecipazione attiva agli obiettivi di gruppo.

Informazioni sul sito

Museo Duca di Martina, in villa Floridiana: via Cimarosa 77 / via Aniello Falcone 171 – 80127 – Napoli

apertura 8.30-14.00 ingresso consentito fino alle 13.15 – chiuso il martedì

Al momento della stesura della presente proposta, solo a titolo indicativo, il costo del biglietto d’ingresso (a persona) al Museo Duca di Martina è: intero € 2,00; ridotto: € 1,00; gratuito: per i cittadini della Unione Europea sotto i 18 anni (portare un documento d’identità), docenti accompagnatori.

Ulteriori informazioni sul Museo Duca di Martina e aggiornamento costi dei biglietti d’ingresso:

www.polomusealenapoli.beniculturali.it

per arrivare Museo Duca di Martina

– tangenziale: uscita via Caldieri, seguire le indicazioni per il Museo.

– funicolare di Montesanto: via Morghen | funicolare Centrale: Piazza Fuga | funicolare di Chiaia: Cimarosa
– metro linea 1: Vanvitelli

Villa Pignatelli, Riviera di Chiaia, 200 – 80121 – Napoli

apertura 8.30/14.00, la biglietteria chiude un’ora prima; chiuso il martedì

Al momento della stesura della presente proposta, solo a titolo indicativo, il costo del biglietto d’ingresso (a persona) a Villa Pignatelli è: intero € 2,00; ridotto € 1,00; gratuito: per i cittadini della Unione Europea sotto i 18 e sopra i 65 anni (portare un documento d’identità), per i docenti accompagnatori.

per arrivare Museo Diego Pignatelli Aragona Cortes

– autostrada o strada statale: uscita Napoli – via Marina, proseguimento per via Acton e Riviera di Chiaia

– metrò linea 2: fermata p.zza Amedeo
– funicolare di Chiaia: fermata parco Margherita

I commenti sono chiusi